Un pomeriggio a Lucca, la città delle cento chiese

Se ogni ponte è buono per una gita fuori porta, Pasquetta lo è ancora di più!

Quest’anno siamo stati a Lucca, la città delle cento chiese! L’idea di visitare questa città toscana è partita da Pirati in Viaggio che ha consigliato un originalissimo B&b, La Corte dei Folletti,  ricavato da una antica costruzione a tema gnomi. I muri, con le pietre a vista, sono affrescati con scene di folletti, gnomi e fate che creano un’atmosfera magica e fiabesca. Abbiamo trovato un super affare per una favolosa suite con vasca vittoriana in camera! Qualche volta ci si deve trattare bene! Consiglio a chi vorrà andare a Lucca, di fare tappa in questo albergo.

 

 

Un pomeriggio a Lucca in breve:
  • Porta Elisa
  • Chiesa di Santa Maria Forisportam
  • Torre di Giunigi
  • Piazza Anfiteatro
  • Basilica di San Frediano
  • Via Fillungo (la via dello shopping)
  • Domus Romana
  • Chiesa di San Michele in Foro
  • Piazza Napoleone
  • Duomo di San Martino
  • Orto Botanico
  • Giro delle mura

Iniziamo il tour della città valicando le storiche mura che rendono unica questa città. Dopo Cipro, sono le uniche interamente percorribili in Europa. È piacevole concedersi una passeggiata panoramica o un giro in bici per godersi l’atmosfera della città, fermandosi di tanto in tanto per contemplare qualche dettaglio o riposarsi sul prato.

 

Camminando all’interno delle mura, sarete colpiti di continuo da chiese e basiliche. Lucca, infatti, è famosa per ospitare numerose luoghi di culto risalenti a varie epoche sia all’interno che all’esterno delle mura. La leggenda vuole che ce ne siano 99. Potrebbe essere plausibile se si considera che oltre alle chiese ufficiali, diversi palazzi d’epoca conservano ancora la loro cappella privata. In realtà, la professoressa Giuliana Puccinelli, autrice de “il secolo di Castruccio, fonti e documenti di storia lucchese”, riporta la presenza di 65 chiese nel XIV, delle quali molte andarono distrutte, ma ne furono costruite anche di nuove. Le chiese più interessanti dal punto di vista architettonico sono il Duomo, la Basilica di San Frediano e la Chiesa di San Michele.

Chiesa di San Michele in foro

 

Passate poi da Piazza Anfiteatro, la piazza ellittica, di origine romana, dove sorgeva il foro romano. Troverete negozietti e bar dove degustare un aperitivo in tranquillità.

Uscendo da piazza dell’Anfiteatro vi attende il simbolo della città, la torre di Giunigi, una delle poche rimaste delle 250 torri che popolavano la città in epoca medievale. Non è semplicemente una torre di 44 metri e 230 gradini, ma è anche una torre alberata. Nel Trecento, la famiglia Giunigi, allora padroni della città, decisero di abbellire la loro torre allestendo un giardino pensile con sette piante di leccio.

Per approfondire la storia della città di Lucca vale la pena visitare la Domus Romana, un sito archeologico scoperto solo 8 anni fa, nel 2010, testimonianza di più di due secoli di storia ed evoluzione delle tecniche costruttive. In un unico ambiente, infatti, si possono vedere le canelette per il deflusso d’acqua di epoca romana, un muro di origine longobarda con la tipica costruzione  a lisca di pesce e le arcate del rinascimento. Una guida vi racconterà il ruolo di Lucca in epoca romana, un ruolo strategico dal punto di vista militare perché si trovava sul confine tra Roma e i popoli barbari. Fu anche teatro di un incontro del primo triumvirato, tra Cesare, Pompeo e Crasso.

Noi abbiamo concluso il giro all’orto botanico perché siamo appassionati di giardini botanici, ma non ne siamo rimasti particolarmente colpiti.

Un pomeriggio a Lucca si conclude con una cena all’insegna dei sapori della tradizione toscana. Salumi, formaggi, zuppe di farro e cereali, crostone, gnudi e tordelli con sugo di selvaggina… avrete l’imbarazzo della scelta! Per il dolce, provate un gelato alle Bontà, appena fuori le mura, dalla parte di Porta Elisa. Più di un Lucchese ce lo ha consigliato!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *